3999 Views |  Like

Lollibalm: non chiamatelo burrocacao

C’è sempre un non so che di misterioso nelle borse delle donne, come misteriosa e inspiegabile è quell’altissima probabilità di non trovare mai quello che cerchi e che poi, puntualmente, esce fuori all’improvviso quando hai ormai smesso di cercare. Quando si arriva nel fondo di una borsa, c’è sempre qualcosa che avevamo dimenticato di avere, come succede nei migliori uffici oggetti smarriti.
L’uso che io faccio di una borsa è paragonabile più o meno al nascondiglio in cui la Sirenetta conserva tutto ciò che di ‘umano’ trova qua e là negli abissi o al tunnel caotico e pieno di oggetti levitanti che conduce Alice alla tana del Bianconiglio!
Una cosa che non manca mai nella mia borsa, e che difficilmente trovo al primo tentativo proprio per il mistero descrittovi sopra, è un lip gloss o un balsamo labbra. In più, sono un’amante di tutto ciò che di bello, luccicante, attraente e (importantissimo) rosa ci sia in giro. Per questo, da un po’ di tempo non mi separo più da Lollibalm di Benefit Cosmetics.
Si veste di candy-orchid, profuma di rosa e sembra un rossetto ma è la versione glamour di un balsamo labbra. Ma attenzione, non chiamatelo burrocacao perchè si offende!
È il prodotto ideale per chi, come me, non ha voglia di mettersi davanti allo specchio armata di tanta pazienza riempiendo le labbra alla perfezione con colori decisi e stando attenta alle sbavature.
Quello che lascia sulle labbra è un velo rosa delicato ma visibile ed una morbidezza sublime grazie al burro di mango. La sua formula dà luce e si fonde istantaneamente sulle labbra.
Si applica da solo o abbinato alla sorella maggiore BeneTint (la famosa tinta labbra e guance) per un colore tono su tono più intenso e una tenuta long lasting.
Prezzo 20,50€ da Sephora.

Lollibalm: non chiamatelo burrocacao.

Lollibalm: non chiamatelo burrocacao.Lollibalm: non chiamatelo burrocacao.

 Non è consentito ripubblicare, anche solo in parte, questo articolo senza il consenso del suo autore.
Copyright © GBmyND