2262 Views |  5

Le cover Casetify e la collezione ‘Shine Through’

Ditemi che anche a voi, una volta nella vita, è capitato di ritrovarvi davanti al pc completamente insonni e  con una sfrenata voglia di shopping online, dovendo scegliere tra migliaia di prodotti, quello con il colore e modello giusto. Bene, a me è successo poco tempo fa.

Avevo bisogno di una cover per il mio nuovo telefono, così mi sono buttata nell’ardua missione di ricerca imbattendomi per caso nell’infinita lista di cover Casetify. Chi le conosce già, sa di cosa parlo. Ebbene, se pensate di esservi innamorati di un design specifico, sappiate che quello dopo e quello dopo ancora saranno più belli! E così all’infinito fino a quando vorrete averle tutte!

In particolare cercavo una cover che proteggesse senza nascondere.  E il mio iPhone finalmente ringrazia! Si perché la collezione Shine Through permette di proteggere il telefono senza però dover rinunciare all’estetica. Le cover sono sottili ma resistenti e con design colorati, metallic, sparkle  e molto molto originali. La lista è lunghissima perché tante sono le collezioni presenti sul sito. E se non trovate la cover che fa per voi (cosa davvero impossibile, credetemi) potrete crearne una completamente da zero con foto e frasi che preferite scegliendo il layout o lasciandovi ispirare dai template già pronti a cui dovrete aggiungere solo le vostre personalizzazioni.

Io ho scelto questa cover con motivo zig zag e colori pastello, perfetta per il mio iPhone 6 che muore dalla voglia di mostrare un po’ del suo lato gold e che finalmente non deve più nascondersi dietro cover pensate solo per salvare il dispositivo da graffi e cadute senza tener conto dell’aspetto.

E per chi vuole mettersi subito alla ricerca della cover perfetta, Casetify mette a disposizione il voucher code DQDRWE che vi fa risparmiare 10$ sul vostro primo ordine. E la spedizione è sempre gratis (anche se è un po’ lenta).

cover_iphoneCasetifyCover_CasetifyIphone_case

 

Non è consentito ripubblicare anche solo in parte, questo articolo senza il consenso del suo autore.

Copyright © GBmyND